Colpo di Anversa

Impeccabile: Dentro il più grande furto di diamanti della storia

"Flawless: Inside the Largest Diamond Heist in History"

Questa è la vera storia del furto di diamanti di Anversa

​La vera storia del furto di diamanti di Anversa in "Everybody Loves Diamonds"("Tutti amano i diamanti") su Amazon Prime Video TV

L'Anversa Diamond Center era uno degli edifici più sicuri al mondo. Con centinaia di milioni di dollari di diamanti conservati nella sua cripta sotterranea, doveva esserlo. Situato nel cuore dell'ultra-sicuro distretto dei diamanti di Anversa, in Belgio, ha beneficiato di due stazioni di polizia, pattuglie armate, un'ampia videosorveglianza e barriere per veicoli che proteggono un'area in cui l'80% dei diamanti del mondo ha scambiato le mani.

 

Ma il 15 febbraio 2003, una banda di abili ladri italiani, capeggiata dall'affascinante Leonardo Notarbartolo, che ha trascorso più di due anni a perquisire clandestinamente l'edificio, ha sovvertito tutte le difese del Diamond Center e si è impossessata di una quantità record di bottino. Gli esperti stimano che siano riusciti a cavarsela con quasi mezzo miliardo di dollari in diamanti, contanti e altri oggetti di valore. Avevano messo a segno la più grande rapina della storia: tutti amano i diamanti e ora hanno avuto più di qualsiasi ladro prima di loro.

 

I ladri lo hanno fatto con furtività e astuzia; nessuno è stato ferito o addirittura minacciato durante quello che è stato rapidamente etichettato come il più grande furto di diamanti della storia. I banditi - membri di un gruppo di ladri professionisti noto come "La Scuola di Torino" - hanno usato l'astuzia al posto della violenza, eludendo con successo le telecamere di sicurezza, ostacolando una serie di sensori elettronici e penetrando in un caveau protetto da un piede a doppia serratura. porta in acciaio di grosso spessore.

 

Anche quando la polizia si è concentrata su chi ha commesso il crimine, come è stato fatto è rimasto un mistero, come qualcosa uscito da un film di rapina o da un programma televisivo.

 

Flawless è una frenetica caccia al tesoro globale che scopre la verità dietro l'audace rapina del fine settimana di San Valentino. Tracciando indizi, fonti e documenti in tutta Europa - dai bar squallidi di Torino, in Italia, agli eleganti uffici di diamanti ad Anversa, in Belgio - gli autori Scott Andrew Selby e Greg Campbell ripercorrono l'attenta scoperta di Notarbartolo delle falle di sicurezza dell'edificio. Ricreano la rapina e le sue conseguenze, descrivendo in dettaglio come i ladri hanno brillantemente neutralizzato ogni elemento della sicurezza che proteggeva il caveau del Diamond Center mentre invitavano i lettori nel mondo segreto dei diamanti e del commercio di diamanti.

 

Il risultato è un emozionante viaggio attraverso la rapina del secolo migliore della finzione.

Tradotto da Google

Estratto

Tradotto da Google

Il pavimento di piastrelle bianche della volta era disseminato di diamanti, perle, smeraldi, rubini, oro e argento. Portagioielli vuoti rivestiti di velluto, scatole di cartone per sigari e contenitori di metallo con chiusura di latta giacevano tra gemme scintillanti di ogni taglio, colore, chiarezza e carato immaginabile. C'erano antichi cimeli, banconote dorate, un orologio Rolex e un mattone d'oro massiccio abbastanza pesante da spezzare i piedi. Pietre sciolte rotolavano e rimbalzavano come biglie mentre i detective frugavano tra i detriti, i loro bassi sussulti e i loro fischi di stupore echeggiavano sommessamente nella luminosa camera sotterranea. Il detective Patrick Peys pensava che se avesse spalato tutto, versato in uno qualsiasi dei contenitori vuoti e scartati sparsi qua e là, avrebbe avuto abbastanza ricchezze per finanziare una decadente pensione non solo per se stesso ma anche per gli altri cinque detective in la sua unità di investigatori specializzati sulla criminalità dei diamanti.

 

Come tutti gli altri che quel giorno, lunedì 17 febbraio 2003, sono scesi al piano inferiore dell'Antwerp Diamond Center, Peys ha avuto bisogno di un po' di tempo per elaborare l'enormità di ciò che ha visto. Non era estraneo ai crimini audaci commessi, o almeno tentati, nel distretto di alta sicurezza dei diamanti di Anversa, ma non aveva mai visto niente di simile.

 

Sotto quasi tutti i punti di vista, la stanza sicura a due piani sotto terra era una fortezza impenetrabile come qualsiasi altra che si potesse trovare nel Distretto dei Diamanti, strettamente protetto. Le sue pareti di cassette di sicurezza di metallo spazzolato, che erano state depredate di una quantità di tesori ancora da calcolare, erano all'interno di una stanza dotata di un sensore di luce, un rilevatore di movimento e un rilevatore di calore a infrarossi. Ognuna delle cassette di sicurezza era stata chiusa a chiave con una chiave e una combinazione di tre lettere nota solo al proprietario, ma ora più della metà era aperta e vuota. La stanza stessa era protetta da una porta d'acciaio a prova di bomba, spessa un piede, con doppia chiusura e armata di un allarme magnetico, oltre a una porta interna chiusa a chiave che poteva essere aperta solo con un cicalino dalla cabina di controllo al piano principale. Quella mattina entrambe le porte erano spalancate, intatte.

 

Queste barriere fisiche erano solo la pietra angolare della sicurezza del caveau. Durante il fine settimana, quando è avvenuto il delitto, l'edificio era stato sigillato con pesanti barriere metalliche mobili che coprivano le porte in vetro piatto chiuse all'ingresso principale e bracci di veicoli meccanici pesanti all'ingresso del garage. Telecamere a circuito chiuso monitoravano gli ingressi, i corridoi e gli ascensori dell'edificio, nonché l'anticamera del caveau, il piccolo atrio in cui si aprivano gli ascensori. L'edificio stesso era situato nel cuore di una delle miglia quadrate più sicure della Terra, all'interno di quella che gli investigatori assicurativi chiamarono la Secure Antwerp Diamond Area, un canyon di tre isolati di edifici grigi di vetro e cemento, ben difeso dai ladri come Fort Knox. Il quartiere era protetto da barriere di veicoli retrattili alle due estremità per impedire l'ingresso o l'uscita delle auto ed era coperto da ogni possibile angolazione da una moltitudine di videocamere. Quelle telecamere erano monitorate 24 ore su 24 da una forza di polizia dedicata e pesantemente armata il cui unico compito era prevenire i furti. In effetti, c'era una cabina di sicurezza della polizia a soli quaranta metri dall'ingresso principale del Diamond Center e, nella direzione opposta, una stazione di polizia a servizio completo proprio dietro l'angolo.

 

Nel corridoio principale del Diamond Center, due piani sopra il caveau, gli inquilini hanno preso il panico e hanno enumerato il contenuto delle loro cassette di sicurezza agli agenti di polizia e agli investigatori assicurativi. Un commerciante ha perso un milione di dollari solo in contanti. Una donna che aveva ereditato la scatola di suo marito e il suo contenuto alla sua morte si trovò improvvisamente indigente; le grandi pietre preziose e gli insostituibili cimeli lasciati da suo marito erano destinati a finanziare i suoi anni rimanenti, e ora erano spariti.

 

Peys guardò i mucchi di ricchezza e detriti sparsi sul pavimento. Ciò che gli rotolava sotto i piedi - quelle gemme e quei gioielli, quelle ricchezze disperse e scartate, i singoli tesori degli inquilini dell'edificio che li avevano conservati nel caveau nella ragionevole supposizione che sarebbero stati più al sicuro qui che in qualsiasi banca - erano gli oggetti i ladri si erano lasciati alle spalle. Avevano derubato e saccheggiato più di quanto potessero portare.

 

Il detective è stato momentaneamente sopraffatto dalla portata della rapina. Qualcuno aveva superato tutte queste misure di sicurezza ed era fuggito con una fortuna incalcolabile di diamanti, gioielli, metalli preziosi e contanti senza far scattare un solo allarme o ferire nessuno. Peys non lo disse ad alta voce - non al momento, comunque - ma non poté fare a meno di essere sbalordito dall'abilità richiesta per una tale rapina.

 

Quel pensiero fu rapidamente seguito da un'altra realizzazione più oscura: chiunque avesse realizzato questo crimine apparentemente perfetto sarebbe stato impossibile da trovare.

Tradotto da Google